Repubblica.it > Esteri

Pagine

sabato 14 dicembre 2013

Daniela Mammi ha detto No alle Slot nel suo bar

video

Carpi contro il gioco d'azzardo

Si è appena conclusa la prima sessione dell'iniziativa Slot Mob a Carpi. Alle 10,30 eravamo in tanti davanti ai due bar del centro che hanno detto NO agli introiti delle slot machine, il Postal Bar e il Caffè De Amicis. Un momento vivo e gioioso insieme a tutta la cittadinanza, agli assessori e al vescovo di Carpi. Insieme per giocare divertendosi tramite la musica, i sorrisi e l'entusiasmo di tutti.
I due Bar hanno ricevuto la targa di benemerenza per la loro coraggiosa scelta.


venerdì 13 dicembre 2013

VITEterreMOTATE


Terremoto... angoscia, ansia, terrore... confusione, baraonda, pazzia...
Terremoto... sollievo, preoccupazione, silenzio...
Terremoto... fretta, agitazione, nervosismo...
Terremoto... ricongiungimento, pace, stanchezza...
Terremoto... riposo, calma, serenità...
Terremoto... tranquillità, compagnia, coraggio...
Terremoto... titubanza, fretta... PAURA...
Terremoto... ansia, terrore, scoraggiamento...
Terremoto... corsa, paura, paura...
Terremoto... agitazione, sgomento, insicurezza...
Terremoto... calma, silenzio, incertezza...
Terremoto... compagnia, sconforto, avvilimento...
Terremoto... aiuto, necessità, altruismo...
Terremoto... fraternità, condivisione, amicizia...
Terremoto... distrazione, generosità, gioco...
Terremoto... risate, concerti, bellezza...
Terremoto... mobilitazione, sacrificio, bontà...
Terremoto... gioia, amicizia, conoscenza...
Terremoto... litigi, incomprensioni, ritorno...
Terremoto... dimenticato
Non per tutti però, per alcuni di noi sarà difficile dimenticare questo avvenimento che ha segnato le nostre vite, la mia, la tua...la nostra vita insieme

Slot Mob Carpi


mercoledì 4 dicembre 2013

San Possidonio, comune terremotato

San Possidonio è uno dei paesi in provincia di Modena colpito duramente dal terremoto del maggio 2012. Oggi, è ancora un paese fortemente piegato. Al momento circa 70 famiglie vivono nei Moduli Abitativi Provvisori (MAP). La loro permanenza di "emergenza" nei MAP durerà, secondo la regione Emilia Romagna, per almeno un altro anno. La ricostruzione è partita. Ma è partita dagli edifici meno danneggiati, quelli in B, C, D. Gli ultimi, quelli con danni strutturali importanti, in E ed F, saranno ricostruiti per ultimi. Sempre secondo la regione. Queste famiglie, insieme ad altre che erano già in difficoltà prima del sisma, sono seguite in modo costante e attento dai volontari e operatori dalla Caritas Parrocchiale di San Possidonio.
Queste sono le immagini di quella che era una scuola elementare prima del terremoto.